Irene Pivetti a Tagadà, La 7: il Centrodestra deve ritrovarsi, urge rilancio dell’economia italiana

Roma, 04 Novembre 2019 Irene Pivetti sul Centrodestra-

“Non esiste più e l’area moderata è la grande sconfitta di questa stagione. Guarderà a Renzi? Una parte dell’area moderata sicuramente sì, ma non tutta. E’ stata tenuta a stecchetto vent’anni con questo bipolarismo all’italiana, che ha tentato di opprimere la forza centrista e che ha generato il fenomeno dell’astensionismo. Da un punto di vista politico sarà interessante vedere se questo centrodestra si riequilibra o meno, come francamente mi auguro, perché il consenso moderato esiste e non è detto che passi tutto all’area renziana se non c’è feeling. Il vero tema comunque è la re-industrializzazione dell’Italia e il rilancio dell’economia: bisogna portare le imprese a esistere e resistere, creando utili e mettendole nelle condizioni di poter sopravvivere alla tassazione. Rischiamo di doverci azzuffare tra noi per gli ultimi bocconi di cibo serviti in un piatto sempre più piccolo, e la crisi dell’Ilva ne è solo uno degli ultimi esempi. Questa deve essere la priorità per chi governa e anche per l’opposizione.”

L' area centrista e moderata é stata ignorata per molto tempo, anche se ineliminabile. Vedremo cosa accadrà al futuro #centrodestra, noi come italia Madre ci siamo. #Renzi? Si, aria di centro ma tocca vedere quanto sia compatibile con le altre aree. La vera emergenza per l'Italia é una politica industriale efficace che produca utili e risorse. Il mio intervento a Tagadà

Posted by Irene Pivetti on Monday, 4 November 2019

Sulle elezioni in Emilia Romagna dichiara: “La partita in Emilia Romagna sarà molto importante, perché è una regione molto pesante da un punto di vista politico ed economico. Il test in Umbria è stato un clamoroso errore di comunicazione per la sinistra, perché ne ha fatto un test nazionale lasciandosi condizionare eccessivamente, alla D’Alema quando perse le elezioni regionali. L’Emilia è una regione strategica per lo sviluppo industriale ma anche infrastrutturale, essendo l’unica regione d’Italia attraversata da due dorsali ferroviarie rilevanti sia nella parte orientale che occidentale. Su Bonaccini? Se vuole restare in sella non basta che dica le cose belle che ha fatto, ma deve essere particolarmente persuasivo nell’indicare una strategia futura, concreta e non fatta di logiche di posizionamento, funzionanti solo nei salotti televisivi: qui parliamo del futuro delle famiglie e delle aziende – Sulla Bergonzoni: “Paradossalmente l’ipersemplificazione che deriva dall’appiattimento dell’area moderata potrebbe rivelarsi un asso nella manica per la Bergonzoni”.

#EmiliaRomagna: la sinistra troppo condizionata dalla sconfitta in #umbria, #bonaccini deve parlare concretamente delle intenzioni future, non solo del suo operato. Per la #bergonzoni sarà un vantaggio la mancanza della forza centrista e moderata di #centrodestra o alla fine si rivelerá una beffa? Il mio intervento per Tagadà

Posted by Irene Pivetti on Monday, 4 November 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *