Category Archives: Notizie

Francia, Europa e la fusione con FCA – di Irene Pivetti

Il governo francese non vuol perdere il controllo su Renault, e blocca la fusione con FCA. Tradotto: se il nazionalismo è francese è buono, se è italiano spacca l’Europa. Bannon e Trump invece saranno comunque molto contenti che non nasca in Europa il terzo gruppo automobilistico del mondo, destinato a diventare il primo con l’ingresso di Nissan. In tutto ciò il nostro governo tace, perché per dire una cosa qualsiasi, pro o contro, dovrebbe avere idea di che si parla. E invece allo Sviluppo Economico, cioè dove si dovrebbero fare le politiche industriali, abbiamo un ministro che di imprese conosce solo quelle dei supereroi.

Noa, una scelta priva di libertà – di Irene Pivetti

Noa Pothoven si è lasciata morire di fame e di sete. Che civiltà è spacciare per scelta libera l’atto di una persona che si arrende alla tortura? Là dove i suoi carnefici, i suoi violentatori, non erano arrivati, arriva una società pilatesca che abbandona una adolescente alla depressione e poi, invece di dire “ho fallito, non sono stata in grado di ridarti la serenità”, dice “ha scelto liberamente di morire”. Come se Noa fosse libera, con quel peso enorme addosso, quella ignobile tortura dell’anima. Il suo suicidio, in pubblico , rivendicato, è un atto di accusa contro un modello, il nostro, materialista ed agnostico, incapace di dare – o ridare- senso alla vita. Dalla sua morte veniamo giudicati tutti, dai suoi genitori a noi, lettori distanti, per tutta la gioia, l’amore e la speranza che non abbiamo saputo darle, che non abbiamo testimoniato.

Irene Pivetti all’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo di Roma

La Presidente Irene Pivetti presenta a Roma all’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo il libro di Antimo Ceraso “Breve trattato sul lecchino” storia dell’adulazione nel corso dei secoli.

L'immagine può contenere: albero, pianta, cielo, notte e spazio all'aperto                           L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute e spazio al chiuso

Nessuna descrizione della foto disponibile.     Nessuna descrizione della foto disponibile.

Irene Pivetti su Forza Italia: “non è ancora finita, evitiamo le risse da cortile”

Cari amici e militanti, la corsa elettorale è stata entusiasmante. Come candidato indipendente sono stata dappertutto, ovunque ho potuto, e ovunque me l’abbiate chiesto, per sostenere i nostri candidati sindaco, e per farmi conoscere da voi direttamente. Questa parte della corsa non è ancora finita, perche ci sono ancora molti ballottaggi aperti, ma l’impietoso risultato elettorale già viene usato contro di noi come un randello, strillando a destra e a manca che la partita è finita, che il partito stesso è finito. Si trattasse solo delle nostre povere persone, potremmo accettare la critica: si litiga troppo, ci si divide troppo, in troppi perseguono un interesse di piccolo gruppo perdendo di vista l’obiettivo comune, e questo è l’errore che può far cadere gli imperi, f iguriamoci un partito politico. Ma qui non si tratta di noi. Qui si tratta di valori antichi e molto profondi, che il Partito Popolare Europeo custodisce e che Forza Italia rappresenta in Italia, sui quali si è costruita l’Identità europea, e la sua forza nel plasmare anche l’occidente. E questi valori non possono essere trascinati nel buio. Valori come la centralità della persona rispetto ad ogni politica, prima di tutto, per cui non sarà mai lo Stato, ma nemmeno il mercato, il fine dell’uomo, bensì il contrario. Il che rende inviolabile la libertà dei singoli e delle formazioni sociali, e non negoziabile, non commerciabile, l’identità individuale né nulla che le si riferisca. E poi l’economia sociale di mercato, logica applicazione della centralità della persona, perché non vi è impresa né azione economica o finanziaria, a nessun livello, che possa permettersi di prescindere dall’impatto sociale delle scelte relative alla crescita, allo sviluppo, o al mancato sviluppo: la libertá di impresa è un diritto non solo dell’impresa, ma della società, che ha bisogno delle imprese per evolversi, crescere, migliorare. E poi ancora il principio di sussidiarietà, ordinamento e struttura della democrazia quando è reale, principio che limita il potere, ad ogni livello, ad esistere solo f inché ed in quanto necessario. Queste sono le colonne su cui è edificata l’architettura di quest’Europa moderna, di cui noi siamo parte, e co-fondatori. Questi sono i valori, tutti umani, ma altissimi e profondissimi, a cui vogliamo dedicare la nostra vita e attività politica, e questo è il patrimonio che, per 25 anni, in modi diversi, con maggiore o minore fedeltà, Forza Italia ha inteso tutelare e testimoniare nella politica italiana. Con tutti i limiti e le infedeltà di noi piccoli uomini, ma con la sempre risorgente buona volontà di chi crede davvero. Ed ora tutto questo dovrebbe essere spazzato via? Dovremmo forse arrenderci alle meschinità e alle gelosie? All’ingratitudine di chi nemmeno esisterebbe, se non fosse per questa nostra casa comune, ed ora gonfia il petto e sputa sentenze? O al doppio gioco di quelli di noi che, mentre apparentemente remano con gli altri, in realtà hanno già venduto la gara, e imbarcano acqua per farci andare a fondo prima? Dovremmo forse ulteriormente dividerci e indebolirci, farci piccoli litigiosi e inutili, così da togliere di mezzo il solo inciampo che resta ai veri nemici dell’Italia, quelli che la vogliono delegittimare, grottescamente deformare, impoverendola materialmente e spiritualmente? Vogliamo davvero essere complici di chi ci odia, e vuole togliere il futuro a noi e ai nostri figli? E allora risvegliamoci. Ritroviamo noi stessi. Rendiamoci conto che la posta in gioco non è aver ragione sul nostro vicino, ma salvare l’Italia dall’annichilimento, dal ridicolo, dall’irrilevanza. Abbiamo fra le mani uno strumento prezioso, la cultura politica popolare, la più profonda e ricca del mondo moderno. Abbiamo molti grandi esempi a cui guardare che ci hanno preceduto, nella politica e nel servizio allo Stato, da De Gasperi a Einaudi, a Enrico Mattei, da La Pira ad Ugo La Malfa ad Aldo Moro, e centinaia di altri coraggiosi servitori dello Stato che hanno servito lì dove si trovavano, con quello che avevano, senza lamentarsi e senza risparmio. Volesse il cielo che anche solo alcuni di noi, quest’oggi, prendessero il fermo proposito di alzare la testa, di raddrizzare la schiena, e di mettere le loro, le nostre mani al servizio di una causa così alta. L’Italia ci chiama, l’Italia siamo noi, l’Italia s’è desta. Viva la libertà, viva l’Italia!

 

Giuseppe Conte, il premier invisibile

Talmente poco importa ai vicepremier l’opinione del Presidente del consiglio che Conte, per parlare con Salvini e Di Maio, invece di fare una telefonata ha dovuto indire una conferenza stampa. Ultimatum a se stesso piu che al governo, ultima spiaggia di un premier senza prestigio né credibilità nemmeno presso chi se l’è voluto. Voglia il presidente Mattarella prendere atto che questa banda, al completo, ha esaurito persino i pretesti per occupare Palazzo Chigi, e inviti Conte a rimettere il mandato per portare l’Italia ad elezioni quanto prima!

 Irene Pivetti

2 giugno: una festa da ricordare..

Oggi è la nostra festa. Festa degli italiani, dei nostri valori, della nostra identitá. E siamo tanto abituati al declino che nemmeno ci dà piu fastidio la retorica: mai l’Italia è stata più tradita di oggi, e mai noi cittadini più ingannati. Che il 2 giugno, che il pensiero di chi ci ha preceduto con onore, ci diano la forza, l’intelligenza, il cuore di ribellarci a chi ci vuole sciocchi, litigiosi e irrilevanti. Che i nostri Padri costituenti, e il Signore, ci ispirino dignità, e spirito di sacrificio, per riportare l’Italia a sentirsi Nazione, e ciascuno di noi pronto a servire l’interesse comune prima del proprio. Viva la libertá, viva l’Italia! #2giugno #festadellarepubblica

9.191 volte grazie!

9.191 persone che decidono di credere in te e nel tuo progetto sono tante.
Sono lieta e onorata di aver avuto la vostra fiducia, non intendo mollare. Sto giá lavorando con Italia Madre per il futuro, per creare una forza centrista piú viva, forte e consapevole. L’italia merita di tornare a essere un punto di riferimento per il Mediterraneo e l’ #Europa.
Buon sabato! #europee2019 #euelections2019

Un sentito grazie a chi mi ha sostenuto in questo bellissimo percorso delle elezioni europee 2019

Grazie a tutti. Grazie a chi mi ha aiutato a correre, grazie a chi mi ha votato, grazie a Galeazzo, a Davide, a Michaela per il loro preziodo supporto, grazie ai coordinatori del territorio, e ai candidati sindaco. Grazie a tutti noi rematori, perché abbiamo spinto avanti a forza di braccia questa nostra nave, ed abbiamo testimoniato con passione e disinteresse il nostro amore per la libertà. Ora si apre una nuova, splendida stagione di impegno per la ripartenza, per la rinascita, per dare all’Italia quel grande centro moderato di cui ha bisogno. Io lo vedo con chiarezza davanti a noi, un grande territorio di consenso che solo noi possiamo conquistare, senza tradirlo mai, interpretandone la natura costruttiva, inclusiva, e vitale. Ora, forti e determinati quali siamo, continuiamo insieme per amore del popolo Italiano. Io ci sono. Viva l’Italia, viva la libertà!

Irene Pivetti intervistata al TGR Rai Bolzano, elezioni europee 2019

Irene Pivetti torna a fare politica nelle file di Forza Italia

Venticinque anni fa diventò la più giovane presidente della Camera della storia italiana, ora sarà tra i candidati del partito di Silvio Berlusconi alle Europee nella circoscrizione nord est
di Luigina Venturelli

Sono passati 25 anni da quando Irene Pivetti diventò la più giovane presidente della Camera della storia italiana e 19 anni da quando ricoprì l’ultimo incarico pubblico, passando in diverse formazioni centriste dopo l’espulsione dalla Lega Nord perché contraria alla secessione padana sognata da Bossi. Ma in politica il tempo passa in epoche storiche, e per il suo ritorno – candidata alle elezioni europee nella circoscrizione nord est – Irene Pivetti ha scelto Forza Italian, il partito di Berlusconi.

Dato mandato ai suoi legali di separare dalla sua persona le sue società di consulenza d’impresa, Irene Pivetti sarà in campo anche per le prossime politiche, che immagina vicine.

Per il video:

https://www.rainews.it/tgr/bolzano/video/2019/05/blz-irene-pivetti-elezioni-europee-forza-italia-circoscrizione-nord-est-cbacd43a-1f05-4234-a09d-be9b740ffa1e.html?fbclid=IwAR1eIB2L1dnLsx0k2PK59CHGu44odyB3y0a79T40YmCEy98fdR7PZVeET4g

Video di ringraziamenti elezioni europee 2019

I ringraziamenti sono tanti e lunghi..
Ma desidero ringraziarvi uno per uno per questa campagna elettorale, che non é la fine, ma l’inizio di un grande percorso insieme…
Questo é tutto per voi!Avanti tutta.
#europee2019 #elezionieuropee2019 #euelections2019 Forza Italia

I