Category Archives: Notizie

Irene Pivetti: la mia risposta a un giornalista su Silvio Berlusconi

Un giornalista a Parma mi ha chiesto se Silvio Berlusconi non fosse ormai vecchio. Ho risposto con una citazione di Terminator: “vecchio, sì, ma non obsoleto”.
E allora vi regaliamo questo sorriso!
Alle 🇪🇺 #europee2019, il #26maggio, vota Forza Italia e, nel Nord-Est (Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia), ✍🏻scrivi Pivetti!

Conferenza stampa a Trento con Irene Pivetti e Cristian Zanetti, Forza Italia

Mercoledì 22 maggio: Conferenza stampa a Trento con il capogruppo di Forza Italia Cristian Zanetti, e in seguito ci siamo spostati a Bolzano.
Perché Forza Italia?
+ tutela alle imprese
+ made in italy di qualitá da esportare e promuovere
– regole e rigiditá economiche per lo sviluppo
-emigrazione (definitiva) dei nostri giovani brillanti all’estero
+ integrazione e interazione tra Paesi dell’UE!

Campagna Elettorale: Irene Pivetti in Emilia Romagna

Martedì 21 maggio: Prosegue la campagna elettorale tra Riccione con Andrea Palazzi, assessore al Demanio, affari generali e politiche comunitarie; intervista con Rete Veneta e il direttore Luigi Bacialli; Modena con l’On. Giovanardi a sostegno di Luca Ghelfi sindaco.
#tour #politica #europee2019 #euelections2019 #amministrative2019 Forza Italia Irene Pivetti

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute e spazio al chiuso

L'immagine può contenere: 4 persone, persone che sorridono, persone in piedi, telefono e spazio al chiusoL'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono

Irene Pivetti per gioco news: servono azioni di responsabilità sociale anti-dipendenza da parte delle imprese del gioco

Il presidente di Italia Madre, Irene Pivetti, in corsa per un posto al Parlamento Ue ha ben chiaro il ruolo delle imprese di gioco nella promozione di legalità e sicurezza.

Nomi notissimi, per le elezioni europee ormai alle porte, e tra le candidature eccellenti di Forza Italia spicca quella dell‘ex presidente della Camera Irene Pivetti, attualmente presidente del Partito Italia Madre.

 

Quali sono state le motivazioni che l’hanno portata ad abbandonare la Lega e a scendere in campo a fianco di Forza Italia?

“Io non ho abbandonato proprio nessuno. Ero nella Lega venticinque anni fa, poi c’è stata una vita fuori dalla politica. Ho ripreso ad impegnarmi per il mio Paese l’anno scorso, fondando Italia Madre, ed è come presidente di questo partito che Antonio Tajani mi ha proposto di candidarmi in Forza Italia.

Il tema è chiaro: Forza Italia rappresenta in Italia il Partito Popolare Europeo, ed è da questi valori che bisogna ripartire se vogliamo ridare un cuore all’Europa, e un po’ di cervello alle sue norme.
Oggi l’emergenza, in Italia come in Europa, è lo sviluppo, la crescita, è tornare a produrre benessere per contrastare la povertà e la disoccupazione. È per questo che Italia Madre scende volentieri in campo sotto le bandiere di Forza Italia, perché questo è rimasto l’unico spazio politico dove abbia senso discutere di impresa e di politiche economiche. Un tempo l’area liberale era saldamente presidiata dalla Lega, il partito delle autonomie, della liberta e delle identità. La Lega di oggi è tutta schiacciata sui temi della sicurezza, ed è diventata un partito di destra. Un peccato, e ovviamente non mi ci riconosco”.
Quali sono le rivendicazioni che porterà avanti a livello europeo?
“Che brutta parola però, rivendicare. Non vado in Europa per litigare, ma per costruire. Voglio un’Europa più forte e più responsabile, ma la voglio anche piu bilanciata tra nord e sud, con un ruolo molto maggiore per questi Paesi che, come l’Italia, non solo costituiscono il confine meridionale dell’Unione, e affrontano quindi per primi le problematiche del continente africano, ma che inoltre e prima di tutto sono portatori di una identità mediterranea che è irrinunciabile componente di quella europea. È ora di finirla di spedire in Europa le seconde linee, eleggiamo politici competenti e persone di carattere, che possano davvero fare la differenza”.
Il suo partito Italia Madre ha al centro lo sviluppo economico e le politiche industriali. A suo modo di vedere il governo gialloverde sta sostenendo il tessuto imprenditoriale italiano?
“Sia il reddito di cittadinanza che Quota 100 sono azioni che premiano più chi non lavora che chi lavora. Questo governo non sta facendo nulla per aiutare le imprese, che sono poi i soggetti a cui è affidata la crescita e lo sviluppo. Siamo ancora nella logica degli 80 euro di Renzi”.
Con il decreto Dignità, ma poi anche con le legge di Bilancio 2019 e poi con il decreto su Rdc e Quota 100, il governo italiano ha voluto combattere fortemente l’industria del gioco legale, aumentando per tre volte di seguito la tassazione e vietando del tutto la sua pubblicità. Secondo lei sono misure giuste e adeguate a combattere il fenomeno del gioco patologico e quello del gioco illegale, ovviamente non toccato da queste misure?
“La questione del gioco, voi lo sapete bene, è molto delicata, e non possiamo essere felici che, specialmente in epoche di maggiore povertà, le persone si rivolgano al gioco come ad una possibilitá per migliorare il loro reddito. La nostra è appunto un’epoca a rischio di questo tipo. Credo perciò che per prime le imprese legate al gioco legale dovrebbero essere, e manifestarsi, in prima linea contro ogni forma di illegalità, ma anche assumere o sostenere iniziative di contrasto alla ludopatia. Questa sarebbe una azione seria: che il comparto del gioco si qualificasse per azioni di responsabilità sociale anti-dipendenza. Conosco molti volontari e alcuni amministratori locali che si impegnano su questo fronte. Proviamo a cominciare da qui”.
Come imprenditrice, come valuta gli accordi commerciali stipulati tra Italia e Cina? Apriranno nuove prospettive di business per il Made in Italy, per il libero scambio, o possono avere effetti negativi per le nostre attività industriali e commerciali?
“La Francia porta a casa 30 miliardi di euro di commesse, e noi qualche misero accordo per portare arance e seme bovino in Cina. Per dire che abbiamo fatto tanta scena, ma nella sostanza abbiamo firmato un memorandum. C’è ancora moltissimo da fare per impostare correttamente il nostro rapporto con quel continente. E questo sarà anche un tema di grande importanza in Europa, per il nuovo Parlamento”.

Irene Pivetti ospite a San Marino per parlare di Europa

Focus particolare sull’ Europa, richiamato dall’attualità del confronto che accomuna la già Presidente della Camera dei deputati, che ha annunciato che correrà alle europee nelle liste di Berlusconi come “candidata indipendente”, a San Marino, nel pieno di un percorso carico di incognite e aspettative verso l’Europa. Officina di Idee ha proposto lunedì 20 maggio alle 21, un incontro con una amica di San Marino, Irene Pivetti.

Tra i temi forti anche sviluppo economico e politiche industriali, che rappresentano il cuore del partito con cui la Pivetti è ritornata alla politica, Italia Madre. Un partito che sposa il Made in Italy e che ha una visone sull’Europa profondamente identitaria. Un confronto aperto a tutti, con il quale Officina di Idee si avvicina al suo primo compleanno.

fonte:

https://www.sanmarinortv.sm/news/attualita-c4/irene-pivetti-ospite-di-officina-di-idee-a171504?fbclid=IwAR2-CO6uhbfYnpg7A7lQ4Vdkr5fTBYRgu1zcPg9HmwPXoxWvWp8sFfuLGBI

Intervento completo della Presidente Pivetti:

Posted by Officina di Idee on Monday, 20 May 2019

Irene Pivetti ad Agorà, puntata lunedì 20 maggio

Irene Pivetti è intervenuta lunedì 20 maggio ad Agorà. Salvini, religione, Europa: ecco il pensiero della Presidente, di seguito il video dell’intera puntata:

“La fede è una parte dei tuoi affetti. Se sai che può essere facilmente strumentalizzata, se non da te ma da altri, non la esibisci come uno stendardo, non per propaganda. La sicurezza e la politica sono un altro discorso.
Anche io porto una croce, ma non ho bisogno di esibirla al mondo.”

https://www.raiplay.it/video/2019/05/Agora-10b8dcf0-ee0c-4216-a5d9-d5123ca1974b.html?fbclid=IwAR2IoKVNUdHheW7WUh9B2y5JyhVj59lWQF_KfXITlCJXLJUtMnoZSTnHHlM

 

Irene Pivetti e Giovanni Paolo Bernini insieme a Roma per Forza Italia e per l’Europa

Domenica 19 maggio Irene Pivetti ha incontrato il candidato Forza Italia (Distretto Centro) Giovanni Paolo Bernini, in occasione della cena politica organizzata dalla Direzione Nazionale di Italia Madre e dal Coordinamento della Regione Lazio.

due politici si sono confrontati e hanno espresso la loro linea e visione comune nel voler risollevare le sorti dell’Italia in Europa, all’insegna del made in italy, della ripresa economica, sociale e  lavorativa del cittadino italiano. “Il vero dato sconfortante è l’emigrazione dei giovani – sostengono- che vanno all’estero alla ricerca di un futuro migliore e ricomprendo spesso posizioni lavorative che qui neanche accetterebbero. Bisogna farli partire per conoscere, studiare, e fare tanta esperienza, ma bisogna anche farli tornare, rendendo questo paese più appetibile e degno dell’attenzione che merita.

L’italia ha una lunga storia e tradizione, non possiamo accettare che rimanga il fanalino di coda in Europa, piegata alle logiche e alle rigidità di una politica “germanocentrica” poco incline a riconoscerle un’ importanza strategica sia da un punto di vista politico sia economico. Siamo qui per dire ai cittadini che esiste una speranza, fatta di azioni concrete, perché siamo professionisti e conosciamo molto bene le realtà degli imprenditori e lavoratori italiani.

Il nostro partito ha dimostrato di lavorare seriamente e costantemente per questo Paese, il 26 maggio si tratta di votare persone che in Europa sappiano starci e dare una possibilità al nostro Paese”.

Lotta alla disoccupazione, giustizia e crescita economica sono stati dunque i principali argomenti trattati dai candidati al Parlamento Europeo Irene Pivetti (Presidente di Italia Madre) e Giovanni Paolo Bernini, entrambi scesi in campo con Forza Italia rispettivamente nel collegio Italia Nord-orientale e nel collegio dell’Italia Centrale. Molte sono state tematiche e gli obbiettivi comuni tra i due candidati che sottendono alla ripresa dell’Italia in Europa. Nel corso del dibattito politico, moderato da Eros Tomassini (Direzione nazionale di Italia Madre), sono intervenuti noti imprenditori presenti in sala rappresentando le loro preziose esperienze di carattere professionale, nonché esponenti politici locali che hanno evidenziato le loro considerazioni in merito alle situazione in cui versano le città di Nettuno, Anzio, Colleferro e Civitavecchia.
Hanno partecipato al dibattito:
Fabrizio Salvitti (Coordinatore della Regione Lazio di Italia Madre);
Stefano Proietto (Coordinatore di Nettuno di Italia Madre);
Maurizio Attili (Responsabile amministrativo del Gruppo La Meridiana)
Walter Di Mambro (esponente dell’Associazione dei commercianti di Colleferro).
L’evento si è concluso con gli applausi dei presenti e con l’auspicio di poter dare il massimo contributo al rilancio del nostro amato paese.

Diretta FB con i discorsi della Presidente Pivetti e di Giovanni Paolo Bernini:

Posted by Irene Pivetti on Sunday, 19 May 2019

Articoli relativi alla serata:

https://giornalelora.it/politica/2019/05/20/irene-pivetti-e-giovanni-paolo-bernini-forza-italia-a-roma-per-parlare-insieme-di-italia-e-di-europa/

Irene Pivetti e Giovanni Paolo Bernini: a Roma per parlare insieme di Italia e di Europa

La Presidente Pivetti all’Assemblea generale delle Cooperative a Roma

Domenica 19 maggio la Presidente Irene Pivetti ha partecipato all’Assemblea generale delle cooperative organizzata al Novotel di Roma dal Consorzio Gruppo la Meridiana.

Il futuro riserva grandi sfide per le cooperative. La crisi globale non solo ha dimostrato che possono essere più resilienti delle imprese di proprietà degli investitori, ma che grazie ad un continuo e costante aggiornamento possono addirittura superarle. È noto a tutti che il mondo cooperativistico nasce e agisce secondo alcuni principi fondamentali, che costituiscono la forza del proprio operato: mutualità, creatività, cambiamento, condivisione sono solo alcuni tra i valori più importanti. Come si pone l’Italia nei loro confronti? Quale spiraglio c’è in Europa?

Ecco il video della diretta con l’intervento della Presidente Pivetti:

 

Posted by Gruppo La Meridiana on Sunday, 19 May 2019

Continua la campagna di Irene Pivetti nel collegio Nord Orientale

Continua il tour politico di Irene Pivetti, candidata indipendente nelle liste di Forza Italia e Presidente di Italia Madre. Non c’è un giorno in cui non sia presente tra i cittadini e sostenga i candidati sindaci di centrodestra. La politica per la Presidente Pivetti, che di scuola sul campo ne ha fatta, è sul territorio, faccia a faccia guardandosi negli occhi e confrontandosi. Nonostante le grandi potenzialità della tecnologia, nulla può sostituire il rapporto umano.

Ecco alcune foto del tour:

L'immagine può contenere: 5 persone, persone che sorridono, bambino

con il candidato sindaco di Legnago Shahine

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piediL'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piedi

L'immagine può contenere: 7 persone, persone che sorridono, persone in piedi

in Emilia con l’On. Benedetta Fiorini per sostenere Jacopo Rosa, candidato al comune di Colorno e Mathieu Zannoni, candidato a Carpi. In seguito a Meldole con Cristina Bacchi candidato sindaco di centro destra

L'immagine può contenere: 2 persone, persone in piedi e vestito elegante

tra Forlí e San Mauro Pascoli a sostegno dei candidati sindaci di centro destra

L'immagine può contenere: 5 persone, persone sedute

 

Irene Pivetti: Servizio Tv per Tele Romagna 24

In Europa c’è bisogno di buona volontà e competenza. Pensare globalmente, agire localmente. Era lo slogan reso popolare dai movimenti no-global nel primi anni 2000, ma in un certo senso possiamo ritrovarlo in queste elezioni europee. Servizio Tv di Teleromagna 24 in occasione della mia partecipazione, a Cesena, per la presentazione del candidato sindaco locale Andrea Rossi. Irene Pivetti #euelections2019#elezionieuropee2019   

https://www.teleromagna24.it/attualit%C3%A0/cesena-europee-irene-pivetti-ce-bisogno-di-buona-volonta-e-competenza/2019/5