Irene Pivetti ad Agorà, puntata del 12/06/2019

Irene Pivetti ad Agorà, puntata del 12/06/2019

Da #Craxi in avanti ci siamo abituati a una sovrapposizione tra il ruolo di leader politico e quello istituzionale, fortemente intensificata nell’era berlusconiana e ora totale con il governo Salvini-Di Maio. A mio parere Leggi di più

Francia, Europa e la fusione con FCA – di Irene Pivetti

Francia, Europa e la fusione con FCA – di Irene Pivetti

Il governo francese non vuol perdere il controllo su Renault, e blocca la fusione con FCA. Tradotto: se il nazionalismo è francese è buono, se è italiano spacca l’Europa. Bannon e Trump Leggi di più

Noa, una scelta priva di libertà – di Irene Pivetti

Noa, una scelta priva di libertà – di Irene Pivetti

Noa Pothoven si è lasciata morire di fame e di sete. Che civiltà è spacciare per scelta libera l’atto di una persona che si arrende alla tortura? Là dove i suoi carnefici, Leggi di più

Irene Pivetti all’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo di Roma

Irene Pivetti all’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo di Roma

La Presidente Irene Pivetti presenta a Roma all’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo il libro di Antimo Ceraso “Breve trattato sul lecchino” storia dell’adulazione nel corso dei secoli.       Leggi di più

Irene Pivetti su Forza Italia: “non è ancora finita, evitiamo le risse da cortile”

Irene Pivetti su Forza Italia: “non è ancora finita, evitiamo le risse da cortile”

Cari amici e militanti, la corsa elettorale è stata entusiasmante. Come candidato indipendente sono stata dappertutto, ovunque ho potuto, e ovunque me l’abbiate chiesto, per sostenere i nostri candidati sindaco, e per Leggi di più

 

Video di ringraziamenti elezioni europee 2019

I ringraziamenti sono tanti e lunghi..
Ma desidero ringraziarvi uno per uno per questa campagna elettorale, che non é la fine, ma l’inizio di un grande percorso insieme…
Questo é tutto per voi!Avanti tutta.
#europee2019 #elezionieuropee2019 #euelections2019 Forza Italia

I

Chiusura campagna elettorale Forza Italia a Bellaria, venerdì 24 maggio

Ieri sera, al Relais Bellaria, si é celebrata la chiusura di questa campagna elettorale per le #Europee2019.
Forza Italia è la scelta più responsabile, per alzare la testa in #Europa e far sì che l’#unioneeuropea possa essere una reale potenza internazionale.
Per questo, vi invitiamo a votare #ForzaItalia e, nel Nord-est, a scrivere Pivetti!
Grazie a tutti coloro che mi hanno sostenuto in questo incredibile percorso.
Ma soprattutto grazie ai candidati, sindaci e cittadini che mi hanno sempre accolto con un sorriso.
Siete voi che fate la differenza. Vi aspetto il #26maggio!

L'immagine può contenere: una o più persone, folla, notte e spazio al chiuso
Nessuna descrizione della foto disponibile.
L'immagine può contenere: una o più persone

Irene Pivetti all’Autopromotec di Reggio Emilia

Buongiorno amici! É alla fiera Autopromotec che sono andata questa mattina, per celebrare la grandezza del made in Italy del passato e del presente. Ma non solo: per celebrare i nostri padri che con queste creazioni hanno dimostrato di esserci e lavorare sodo per il nostro Paese. Hanno promosso ed espresso le potenzialitá italiane anche e soprattutto in momenti di profonda crisi.  Ascoltate il video, ho un messaggio per voi..

Rassegna Stampa Autopromotec di Bologna: Irene Pivetti promotrice del made in italy

Irene Pivetti al Motorsport a Bologna per sostenere il Made in Italy.

http://www.madeinitalypress.com/2019/05/irene-pivetti-attenta-alle-pmi.html?fbclid=IwAR1SJc1kNdHVbWnXKgm1-MgsX-dq_odBEQqwet8NGFnxlPB8WFFnBXJptx0

http://www.ventonuovo.eu/innovazione/58518-irene-pivetti-allautopromotec-della-fiera-di-bologna?fbclid=IwAR1qvqHBAfY7QM-u1G8vbQ8BsJZ6g3DnX0w2QHYGmBrGog0v2pEx6MAm2GY

Irene Pivetti attenta al mondo delle imprese, presente all’autopromotec di Bologna

Per i nostri amici di Forza Italia FVG

Per i nostri amici di ForzaItaliaFVG.. il #26maggio unica soluzione possibile per le #europee2019! Un messaggio per voi

Irene Pivetti intervistata per Il Perbenista

Forza Italia in Friuli Venezia Giulia è in netta difficolta e le serate elettorali fra pochi intimi organizzate dall’assessore regionale esterno alla sanità Riccardo Riccardi ne sono la prova. La coordinatrice regionale Sandra Savino è sempre più isolata nel suo partito tanto da dover ricorrere alla festa di un anniversario gratuito organizzata da un locale nel codroipese per spacciarla per serata elettorale. Berlusconi comprende la forte difficoltà del partito nel nord est dove Elisabetta Gardini è passata con armi e voti in Fratelli di Italia lasciando un posto blindato ad un “tirolese” che nessuno conosce. E’ per questo che invia a Udine l’ex Presidente della Camera dei Deputati e conduttrice televisiva Irene Pivetti (vedi foto), candidata indipendente di Forza Italia. Irene Pivetti parla correttamente in italiano, ha condotto un programma di nome bisturi ma non ne ha fatto “uso”, si è immediatamente dichiarata vicina al dolore della famiglia di Ettore Romoli.

Irene Pivetti, come mai candidata nella circoscrizione del Nord Est?

Sono stata fuori dalla politica per venti anni. Lo scorso anno ho costituito una forza politica moderata che si chiama Italia Madre e sulla base di questa Antonio Tajani un mese fa mi ha proposto di candidarmi come indipendente in Forza Italia chiedendomi quale collegio volessi scegliere. Ho scommesso sul nord est perchè è una splendida terra, ricca di potenzialità non solo economiche ma anche politiche dove il centro va completamente ricostruito.

In Friuli Venezia Giulia il coordinatore regionale di Forza Italia è Sandra Savino una persona che ha lacerato il partito dopo la morte del senatore Ettore Romoli. Lei non teme di poter pagare le conseguenze di questo odio che si è creato verso che dirige il partito a livello locale?

Oggi chi va al voto delle capire che votare Forza Italia vuol dire rafforzare il centro e dar peso al partito Popolare Europeo. Tuttoil resto deve essere messo da parte anche se mi rendo conto della tragicità di alcune scelte passate. In Fruli Venezia Giulia è stato un terribile errore seminare divisioni invece che includere. In questi giorni ho incopntrato tanti militanti che vorrebbero poter credere in una ripartenza della politica.

Lei ha incontrato Sandra Savino? Cosa vi siete dette?

Io, Sandra Savino, la ho incontrata una sola volta sebbene la avessi cercata moltissime volte al telefono, ma lei nonha mai avuto occasione di rispondermi o richiamarmi. La ho incontrata a Villa Germetto quando Berlusconi ha convocato tutti i candidati delle Europee. Ci siamo parlate rapidamente e le ho chiesto di poterci incontrare per poter organizzare la campagna elettorale in Friuli Venezia Giulia assieme. Così ho chiesto e fatto nelle altre regioni del Nord Est. La Savino invece da quel giorno non mi ha più risposto al telefono nonostante i vari tentativi. Così, in Friuli Venezia Giulia ho dovuto organizzarmi senza il suo aiuto perchè Tajani mi ha chiesto di andare avanti così come Berlusconi ha chiesto a tutti i candidati e a tutti i dirigenti di Forza Italia. Voglio che i friulani sappiano che in Forza Italia c’è chi ha veramente a cuore la rispresa di questa Regione.

Parliamo di animali a quattro zampe. Molti leader di partito sembrano avvicinarsi al mondo animale, specie a quello domestico. Lei che posizioni ha su un argomento così delicato e variegato?

Voglio essere molto sincera con i suoi lettori. Io attualmente non ho animali da compagnia anche se ne ho avuti da bambina e mia figlia ha due bellissimi cani. Oggi con il mio stile di vita, sempre in movimento non potrei averne cura come meriterebbero. Non credo che per essere rispettosi del benessere animale si debba necessariamente possedere un cane o un gatto, anche se è una cosa stupenda la loro compagnia. Il tema più drammatico è quello delle filiere industriali che ne fanno uso. Nel settore agroalimentare spesso gli animali sono mantenuti in condizioni che non permettono loro una situazione di benessere. Anche se non vengono violate normative esistenti senza dubbio si violano leggi etiche che dovremmo rispettare tutti quanti. Io da moltissimi anni lavoro nel mercato cinese e uno dei temi sui quali io mi concentro con particolare attenzione è quello di avere la garanzia di far partire progetti che valorizzino il welfare animale all’interno dei processi industriali piuttosto che agricoli.

L’attuale Governo Lega – 5 Stelle quanto durerà ancora?

Penso che durerà almeno altri due anni. Questo è il classico matrimonio di interesse dove i due coniugi si odiano ma avendo bisogno l’uno dell’altro stanno assieme per tutta la vita. Se la destra deve essere questa ultima Lega, così concentrata sui soli temi della sicurezza che non affronta nessun altro tema di identità, di libertà o di economia non mi sta bene. Inoltre c’è un suicida antieuropeismo che io non condivido nel modo più assoluto. Usare i voti degli elettori del centrodestra che hanno contribuito a far eleggere i deputati leghisti per far passare il reddito di cittadinanza è uno schiaffo alla povertà perchè è una menzogna non alleviandola ed è uno schiaffo all’impresa perchè è una misura che favorisce e istiga i nulla facenti; si tratta di un’operazione politica di un cinismo insopportabile.

Il Movimento 5 Stelle che governa è di centrodestra o di centrosinistra?

E’ un movimento di centrocinismo. Una volta si diceva Francia o Spagna purchè se magna. Governano protestando senza mai proporre nulla. Io fino a poco tempo fa sono stata cittadina residente a Roma e vedo come la Raggi ha trasformato la più bella città del mondo in una pattumiera a cielo aperto.

LEGGI:

http://www.ilperbenistafvg.it/articolo.aspx…

articolo di Marco Belviso per Il Perbenista

Continua la campagna elettorale tra Fiorenzuola, Piacenza e Bardolino

Continuiamo fino alla mezzanotte del silenzio elettorale (ma anche dopo) a incontrare tutti voi. Da Fiorenzuola, passando per Piacenza ed ora a Bardolino.
Forza Italia #europee2019 #euelections2019

L'immagine può contenere: 6 persone, persone che sorridono, persone in piediL'immagine può contenere: 2 persone, persone in piedi e spazio al chiuso

L'immagine può contenere: 2 persone, persone in piedi e spazio all'apertoL'immagine può contenere: 8 persone, persone che sorridono, persone in piedi e spazio all'aperto

L'immagine può contenere: 5 persone, persone in piedi, albero e spazio all'aperto

Irene Pivetti: Una commemorazione sul Piave per tutti i nostri combattenti della prima guerra mondiale

#24maggio: avrei tanto voluto promuovere oggi una commemorazione sul Piave, per tutti i nostri combattenti della prima guerra mondiale. Ho preferito rinunciare, per per evitare strumentalizzazioni. Ciò non ci impedisce di ricordare i Ragazzi del 99, e tutti gli altri giovani che offrirono il meglio della loro vita all’Italia, al tempo dell’avanzata, così come nel tempo tragico della disfatta di Caporetto, pochi mesi dopo. Vogliamo oggi onorarne la memoria, e apprendere dal loro esempio fino a che punto si può amare l’Italia!
Forza Italia #europee2019

Irene Pivetti per Teleantenna.it Friuli Venezia Giulia

L’intervista di Irene Pivetti per Teleantenna.it. Italia, Cina, Via della Seta: le grandi potenzialitá di Trieste come ponte di scambio commerciale ed economico.
#europee2019 #euelections2019

Via della seta: Irene Pivetti (Forza Italia) parla di grande opportunità se viene gestita bene e con determinazione. In politica estera questo governo è analfabeta e sul memorandum non ha neanche capito cos'ha firmato.

Posted by Teleantenna.it on Thursday, 23 May 2019

Irene Pivetti competente e combattiva. Articolo per la Gazzetta di Milano

Irene Pivetti  con Forza Italia, quali sono le aspettative?

Ho scelto Forza Italia perché rappresenta il partito popolare europeo in Italia. cioè quel centro moderato, liberale, aperto culturalmente e socialmente, orientato alla crescita e con una grande cultura di governo che è ancora oggi la forza politica più forte in Europa. Rafforzare il PPE in Italia è essenziale per fare contare di più l’Italia in Europa

Quali sono le concrete difficoltà degli Italiani oggi e qual è il vostro programma di recupero?

L’emergenza assoluta è la mancanza di sviluppo economico. Perciò la priorità dell’azione politica, anche a livello europeo, è senz’altro fare ripartire la crescita, liberare le imprese da tutti gli impedimenti, che rendono più difficile e in qualche caso impossibile la loro liberta. Le imprese, in Italia e in Europa, e  ovunque nel mondo, sono i soli soggetti che possono generare quel benessere economico oggi così mancante. L’iniziativa economica ha trovato in Italia una splendida e creativa forma nella piccola e media impresa, un tempo a conduzione familiare: dobbiamo portare in Europa con più orgoglio questo modello, così che le norme che dall’Europa derivano siano più adatte a noi, e ci aiutino, invece di ostacolarci, nei nostri sforzi per uscire dalla crisi e riportare l’Italia al livello che può esprimere e che merita

Il Made in Italy è in continuo pericolo per la contraffazione, quali  sono secondo Lei le norme di tutela a riguardo?

Proviamo a riassumere. Prima difesa, far rispettare le norme, internazionali e valide in tutto il mondo, a difesa della proprietà intellettuale. Il made in Italy è creativo sia che di tratti di moda, arredo, cibo, macchinari. Dobbiamo noi imparare a tutelare il valore del nostro prodotto registrando correttamente i marchi, i brevetti, le dop, eccetera. Su questo terreno la nostra cultura di impresa è molto migliorata in questa generazione, ma si può ancora migliorare. Dall’altro lato però la politica deve farsi carico di fare rispettare nelle sedi internazionali le norme esistenti e sottoscritte ormai da tutti i mercati del mondo. A questo punto di solito si pensa alla Cina, che ha in materia di copia una brutta reputazione, ed invece è importante osservare che, primo, proprio in Cina in questi ultimi due anni si sono estremamente rafforzate le norme a tutela del copyright. Secondo, la maggior mole di contraffazione il made in italy lo subisce da parte degli altri paesi europei, in primis ad esempio, nel food, la Germania. Ma di questi dati non si ha chiara coscienza o preferiamo non approfondirli, per non dover aprire scomodi contenziosi in Europa. Invece credo che questo sia precisamente il compito di un rappresentante Italiano in Europa che prenda sul serio il proprio ruolo

 

Perché l’Italia dovrebbe riporre la fiducia in Forza Italia e  in Lei?

In forza Italia per il motivo che ho detto all’inizio, che rappresenta in Italia il ppe. Aggiungo qui che, per questa ragione, il voto a forza Italia in Europa è l’unico “voto utile”, poiché rappresenta il partito che andra a governare, mentre altri partiti che qui in Italia sembrano importanti in realtà in Europa non hanno alcun peso politico

Quali sono le tre proposte programmatiche che Lei porterebbe a Bruxelles come Europarlamentare?

Bella domanda, e molto impegnativa. Provo ad indicare delle linee programmatiche fondamentali, nel rispetto delle competenze dell’Europa, che come ben si comprende non sono le stesse dello stato nazionale

1) norme a tutela della liberta di impresa. Dovrebbe essere scontato, ma non lo è più, non solo a causa della crisi, ma anche a causa delle misure depressive, con eccesso di austerity, promosse in questi anni dall’Europa, obbligando molte aziende a chiudere e portando molti cittadini europei alla disoccupazione

2) norme per incentivare gli investimenti finanziari su attività produttive. In particolare per l’economia agricola e del mare. Tenendo conto dell’innovazione, ma anche dei valori fondamentali dell’economia produttiva. Aiutare il settore primario è indispensabile per rilanciare l’economia su basi solide.

3) norme per favorire l’imprenditorialità dei giovani con ricorso a prestiti d’onore su base europea

Si può descrivere con tre aggettivi?

Probabilmente testarda, ma molto leale, e fisicamente resistente. Felice, potrei sintetizzare

photo by: Abraham Caprani
dress: FlaviaB